AET, Montecarasso

La nuova sede amministrativa della AET di Monte Carasso produce più energia di quanta ne consuma.
Da un lato vanta la massima efficienza energetica in ogni componente tecnica all’interno dell’edificio, dall’altro produce energia interamente derivante da fonti rinnovabili.
Un bilancio energetico positivo, coerente con la missione aziendale, che ne fa l’edificio pubblico con la miglior performance energetica del Cantone.

Progettato dagli architetti Lukas Meyer, Ira Piattini e Francesco Fallavollita, la nuova sede amministrativa dell’Azienda Elettrica Ticinese appare impenetrabile o trasparente, semplicemente combaciando il punto di vista.
Il nucleo dell’edificio è infatti arretrato rispetto alla facciata modulare a griglia in calcestruzzo. Quello che dall’esterno un sorprendente effetto ottico, all’interno si traduce in comfort visivo: gli uffici sono infatti inondati di luce naturale per lo più indiretta.

Il sito è lambito dal fiume Ticino e, tra l’edificio esistente e quello nuovo, stato creato uno specchio d’acqua. La struttura sotterranea è stata perciò realizzata con il sistema Vasca Drytech: una costruzione impermeabile di 1’190 m², che ospita i locali tecnici, gli spogliatoi, i depositi e l’archivio generale AET.

 

Committente Azienda Elettrica Ticinese 

Progetto AArch. Lukas Meyer e Ira Piattini, Lugano + Fallavollita, Como 

Struttura Tajana & Partner Ingegneria SA, Bellinzona
Spadea e Bondini Sagl, Lugano 

Impresa Bossi e Bersani SA, Bellinzona 

Impermeabilizzazione Drytech Ticino, Bedano 

Vasca Drytech 1’190 m²